Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Portare frutto

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Risorto. Oggi chiamati a rimanere con il Signore della vita. Preghiamo per la pace nel mondo. “…Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci…” Rimanere per portare frutto! Quasi un controsenso, quando la vita incita in mille modi a fare, a produrre, a conquistare, a non restare mai inoperosi e fermi! Qual è dunque il senso evangelico del rimanere? E come e dove rimanere, senza correre il rischio di arenarsi o peggio ancora di retrocedere nella corsa alla conquista del tempo? Perché tanta insistenza di Gesù su tale verbo tanto da ripeterlo per ben sette volte in poche battute? Pare essere una questione decisiva per la nostra vita, tant’è vero che le conseguenze sono evidenti: la vita con la fecondità dei frutti e la gioia dell’essere riconosciuti discepoli, oppure la sterilità e l’allontanamento per essere gettati via ed essere bruciati. Gustiamo anche oggi la dolcezza della Parola, lasciamo che la linfa vitale del Vangelo vivifichi ciò che stenta a convertirsi all’amore. (Gv 15,1-8)