Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi

Accogliete con docilità la Parola

Buongiorno amici. Oggi chiamati a rimanere legati alla Parola di Dio. Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura e al momento della mietitura dirò ai mietitori: Raccogliete prima la zizzania e legatela in fasci per bruciarla; il grano invece riponetelo nel mio granaio. Questa volta la parabola riguarda i problemi della Parola ad attecchire in noi, e del Regno di Dio a diffondersi… Gesù parla di zizzania che cresce insieme al grano buono, col rischio di soffocare le piante e dello zelo dei servi che vorrebbero fare una improvvida selezione, col rischio di strappare anche il grano buono… Il Maestro ci rasserena: se sperimentiamo in noi la zizzania, la parte oscura, è del tutto normale: è l’avversario che l’ha seminata in noi, è lui che vuole che il grano buono soffochi. Il discepolo fa continuamente esperienza del proprio limite e del proprio peccato, sa bene quanto la sua fede, che sperimenta preziosa ed essenziale, è minata dalla distrazione, dal compromesso, dalla desolazione. È inevitabile che sia così: non esiste una vita senza ombre, nemmeno nel discepolo. Accogliere il limite in noi e anche il peccato, senza assecondarlo, senza lasciarsene travolgere, ci fa crescere nell’abbandono in Dio, ci permette di crescere nell’umiltà. Non siamo ancora nel Regno, non è ancora compiuta la nostra crescita. Dimoriamo nella pace del cuore, allora, sapendo che il Signore sa bene come fare il proprio mestiere. (Mt 13,24-30)