Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Amare Dio è amare gli altri

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Gesù Cristo .  Oggi chiamati a vivere l’esperienza dell’amore vero.  Preghiamo per la pace nel mondo.  “Amerai il Signore, tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”.
Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”.   L’amore verso Dio si traduce in amore verso gli altri. Si ama in molti modi: una parola, un pensiero, una raccomandazione, una carezza, un momento di attenzione, ascolto e vicinanza, un sorriso, una telefonata, un fiore. Ricordiamo, però, che l’amore è cielo impastato con la terra, quella terra di cui noi tutti siamo fatti e dalla quale esso sa generare fiori e bellezza; ma solo sporcandosi le mani per ararla, strappare le erbacce, seminarla. L’amore è quel pizzico di lievito che si confonde alla farina e insieme ad essa, grazie a mani forti, abili e capaci di impastare fa si che si trasformi in buon dolce o un pane profumato che calma la fame degli uomini. Non esiste amore senza concretezza e senza coinvolgimento. L’amore è fatica, lavoro su di sé, sudore, stanchezza, ma con occhi che brillano e bocche che sorridono e mani e parole che accarezzano perché l’amore dato e l’amore ricevuto regalano gioia sempre. (Mt 22,34-40)