Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Ci ha amati e ha dato se stesso per noi

Buongiorno amici e buona giornata. Oggi chiamati a vivere il vero amore, fidando lo sguardo su Gesù crocifisso. «Non scrivere: “Il re dei Giudei”, ma: “Costui ha detto: Io sono il re dei Giudei”». Oggi la Chiesa commemora la morte del suo Signore con la preghiera, il digiuno, la liturgia che è rivestita di tristezza per non avere al suo centro la ripresentazione del sacrificio eucaristico.
Siamo chiamati a fissare lo sguardo su Gesù crocifisso e morto per i nostri peccati e risorto per la nostra salvezza.
Il suo sacrificio ha una sola spiegazione: ci ha amati e ha dato se stesso per noi.
E’ questo il Vangelo: il lieto annuncio dell’amore di Dio in Gesù Cristo per noi.
Gesù ci ha amati e ci ama con cuore divino e umano insieme: amore pieno di forza e di delicatezza, tenerissimo e costante.
La croce ce lo attesta. Anche da risorto Gesù conserva i segni della sua passione, le sue ferite.
Di essi è fiero perché sono il segno del suo grande amore per noi. E affinchè corrispondessimo al suo amore ci ha dato lo Spirito santo che ci fa credere all’amore di Dio per noi e ci rende capaci di amarci come Gesù ci ama. (Gv 18,1-19,42)