Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Colui che si fa prossimo agli indegni peccatori

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Gesù Cristo. Oggi chiamati a ringraziare il Signore per la sua infinita misericordia e riconoscere la nostra povertà di peccatori perdonati, esultando di gioia per la bontà divina. Preghiamo per la pace nel mondo. “…Gesù, vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì…”

E’ sempre molto diffusa l’idea –genericamente religiosa ma per nulla cristiana –secondo la quale Dio cerca e vuole solo i giusti. Ne consegue l’errata convinzione, anche da parte dei discepoli di Gesù, che tali bisogna essere per potersi presentare a lui. Gesù, però, non mostra affatto di assecondare questa convinzione e, al contrario, scandalizzando i presunti giusti dei suoi giorni e di ogni tempo, si fa prossimo proprio agli indegni peccatori quali Matteo, da tutti detestato perché asservito al potere romano. Prima ancora di una conversione morale, abbiamo dunque bisogno di una conversione “teologica”; per cambiare veramente la nostra vita e seguire Gesù, è necessario sentirsi oggetto dello sguardo di Dio su di noi. Questo ha convertito il cuore e la vita di Matteo. (Mt 9,9-13)