Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Cristo, ci basta in tutto

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Gesù Cristo. Oggi chiamati a vivere la fede. Preghiamo per la pace nel mondo. Oggi la Chiesa celebra la memoria di Santa Brigida da Svezia, una delle protettrici della nostra Europa. A lei affidiamo il difficile periodo che stiamo vivendo, ritornando all’essenziale che è la fede.

Ieri Maria maddalena e oggi santa Brigida: la Chiesa ha bisogno di riscoprire il carisma femminile che tanto ha caratterizzato certi momenti luminosi della sua storia. Brigida ha una storia straordinaria: sposa a 14 anni, dopo avere avuto otto figli ed essere rimasta vedova, vive un periodo di solitudine e preghiera durante il quale riceve della rivelazioni personali. Cristo le chiede di fondare un nuovo ordine monastico misto: due comunità, una maschile e una femminile, con un unico luogo di preghiera e, scandalo nello scandalo, con un unico abate. Donna. Ovviamente la regola incontrerà innumerevoli resistenze e non potrà mai essere vissuta così come Brigida l’aveva concepita. Trasferitasi a Roma, passerà diversi anni ad evangelizzare: di lei ancora hanno un ottimo ricordo a Napoli, dove convincerà la regina e la corte ad assumere atteggiamenti più consoni alla vita cristiana. Pellegrina a Gerusalemme, Brigida vivrà l’ultimo periodo di vita annunciando la riforma della Chiesa. Chiediamole, davvero, di aiutare la Chiesa contemporanea ad essere un po’ meno maschilista e a lasciare emergere lo specifico del mondo femminile nella nostra pastorale. (Gv 15,1-8)         Medita: Io ero un uomo retto, mio Signore, che camminava diritto sulla via maestra della tua legge; non avevo bisogno di pensare, ancor meno di sentire, mi bastava conoscere il cammino, i passi, stava tutto scritto: ciò che è giusto e ciò che non lo è. Poi ti ho veduto: crocifisso, sofferente, amante. E mi è scoppiato il cuore, mi ha squarciato il petto travolgendo ogni cosa. Ora non sono più io che vivo, ma tu, crocifisso e vincitore. E questa vita che io vivo nel corpo, la vivo nella fede in te e nella tua debolezza che è vera forza. In me tu vivi, Signore crocifisso, ogni mio passo, ogni gesto e pensiero, ogni parola ormai intrisa di te. Tu solo l’importante, nostra ricchezza che ci basta in tutto.