Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi

Dammi un segno

Buongiorno amici. Oggi chiamati a fidarci di Dio. Quando mi sento a posto con Dio e mi sembra che lui sia in debito con me, proprio allora devo temere di essermelo ritagliato addosso su misura, di averne fatto una caricatura a mia immagine e somiglianza. “Dammi un segno”: manifestati e fammi capire che sei con me, che mi apprezzi e mi premi, che sono migliore degli altri dal momento che io ti sono fedele, mi devi in cambio questa prova della tua fedeltà. In quei momenti, i malvagi pentiti mi passano avanti: come i dissoluti di Ninive, adoratori di idoli, che credettero alla parola del profeta e cambiarono vita, al punto da commuovere Dio. I non credenti, gli irrequieti sinceri e leali mi sorpassano e sono migliori di me: come la regina del Sud, che l’inquietudine mise in viaggio dai confini estremi della terra per andare ad ascoltare la verità di Salomone. Come il ladrone pentito, che si specchia in Gesù crocifisso e surclassa la fede pavida di Pietro, “oggi sarai con me in paradiso.” Per chi crede non c’è stato né può esserci un segno più grande di Dio venuto per amore ad annullarsi e a riaprirci alla vita. (Mt 12,38-42)