Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Dio può averci ingannati?

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Risorto. Oggi chiamati ad accettare la verità.

“…Gesù disse loro: «Venite a mangiare». E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?», perché sapevano bene che era il Signore…”

Quando si spengono le luci e il sipario si chiude, sovente rimaniamo in preda allo sconforto e ritorniamo amareggiati alle cose di prima.
E’ quanto è accaduto ai discepoli l’indomani della Pasqua: dimenticando di essere stati pescati per una missione altissima, ritornano alle reti e alle barche della loro giovinezza, come se nulla fosse accaduto.
In determinati contesti, un simile atteggiamento, forse, non ci è familiare?
Anche noi alcune volte, torniamo a quelle sicurezze che, a suo tempo, con tanta generosità avevamo lasciato per amore di Dio e ci riappropriamo, impauriti e confusi, della nostra volontà e delle nostre piccole e anguste certezze.
Ma Dio, al quale abbiamo donato la nostra vita, può forse averci ingannati? Direi proprio di no. (Gv 21,1-14)