Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Il senso della sofferenza

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Gesù Cristo. Oggi chiamati a partecipare al sacrificio di Cristo. Preghiamo per la pace nel mondo.

«Il mio calice, lo berrete; però sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me concederlo: è per coloro per i quali il Padre mio lo ha preparato».

Mentre il Signore sta preannunciando la sua prossima passione, sente i suoi discepoli discutere su chi di loro dovrà essere il primo. Dice loro: “Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere? Gli dicono: lo possiamo. Il divino Maestro non indugia ad indicare di che calice si tratti e quale sia la condizione: arriveranno i giorni della passione, dello scandalo della croce, della fuga per comprendere cosa significhi bere il calice. Sia Giacomo, di cui oggi festeggiamo la memoria, che Giovanni berranno allo stesso calice di Cristo e coroneranno con la palma del martirio la loro vita. Si svela così il senso della sofferenza: essa è partecipazione al sacrificio di Cristo e condivisione della morte che, per il dono di Cristo, ci conduce alla risurrezione. (Mt 20,20-28)