Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi

La bellezza di essere figli di Dio.

Buongiorno amici. Oggi chiamati ad avere un vero legame con Dio. Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato. L’evangelista Matteo pone sulle labbra di Gesù una forte denuncia dell’ambigua religiosità di scribi e farisei poiché essi dicono e non fanno. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente e riducono la legge a pura formalità. Gesù chiede ai suoi discepoli, a noi che ci diciamo cristiani, di andare al cuore della religione, cioè di quel legame con Dio che egli stesso ci ha mostrato nel suo uscire da sé, manifestando con il suo parlare e il suo agire d’essere sempre rivolto al Padre e tutto consegnato a noi nel farsi servo per noi, dono d’amore e di salvezza. Essere religioso significa diventare trasparenza di lui, far si che parole e azioni rivelino la bellezza d’essere figli di Dio che si riconoscono fratelli, che si fanno servi gli uni degli altri per amore. (Mt 23,1-12)