Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

La responsabilità di essere stati scelti come credenti

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Gesù Cristo. Oggi chiamati a vivere la fede. Gesù si mise a rimproverare le città nelle quali era avvenuta la maggior parte dei suoi prodigi, perché non si erano convertite. Pagina della serietà della fede quella di oggi. Gesù, mosso dal suo amore, rimprovera le città nelle quali aveva compiuto il maggior numero di miracoli, poiché non si erano convertite. Parole gravi, parole accorate e profetiche. Parole che riguardano chiunque abbia accettato il dono della fede. In sostanza questo richiamo di Cristo è un richiamo di vita o di morte, e ci invita a valutare bene la fede e a non cadere, nel valutarla, in qualche equivoco pericoloso. La fede è un dono di Dio, ma ciò non significa che, se è un dono, lo si possa sciupare come si vuole, o trascurare come l’ultima cosa. E’ grave la responsabilità della fede. Né si fa questo discorso per toglierci la pace, ma all’opposto per aumentare in noi la vibrante piena di gioia di essere stati scelti come credenti nel Dio che vive. (Mt 11,20-24)