Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Lasciamoci muovere dall’amore

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Risorto. Oggi chiamati a vivere la gioia dall’amore. Preghiamo per la pace nel mondo. “…Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui…” Si parla tanto e a sproposito di “amore” in questi tempi. Sarà per il fatto che tutto il resto è crollato, ideali, politica, speranze, e che viviamo in un mondo feroce che ci costringe a vivere in continuo affanno, in continua lotta per la sopravvivenza, strangolati dall’idolo del profitto. Ecco che, allora, molti si rifugiano nei sentimenti, nelle emozioni, nel privato, sperando di ottenere, almeno in quel contesto, qualche soddisfazione. Ma, se siamo onesti, anche qui la situazione volge al brutto. Abbiamo sdoganato gli affetti, liberandoli dalle costrizioni sociali, bene. Ma, spesso, il risultato che ne abbiamo ottenuto è quello di vivere travolti dalle emozioni. Ci si ama tanto, oggi. Molte relazioni, molti affetti, molta libertà nel vivere molte esperienze emotive. Bene. Ma Gesù ci spiazza quando parla di amore. Ci dice che lo amiamo se osserviamo i comandamenti. Come, prego? L’amore non è improvvisazione, emozione, travolgimento passionale. Sì, anche, ma è anzitutto scelta e volontà che si concretizza nelle scelte quotidiane. Amiamo Dio, bene. Ma da cosa si vede, quotidianamente? (Gv 14,21-26) Medita: Chiediamo oggi allo Spirito che ci insegni ogni cosa e ci ricordi tutto quello che Gesù ha detto, perché è vitale per noi. Cosa significa ricordare ogni cosa di quello che Gesù ha detto? Ogni cosa vuol dire tutto quello che Gesù ha vissuto, raccontato e fatto per noi, ciò che i discepoli ci hanno trasmesso nel vangelobuona notizia. Ricordare è fare memoria-eucaristia, perché la Pasqua possa raggiungere tutti, di generazione in generazione. L’amore di Dio, accolto in noi, che è lo Spirito Santo, dono pasquale per eccellenza, ci rende capaci di rialzarci dalle nostre paralisi, di imparare e di ricordare quello che Gesù ci ha manifestato per la nostra salvezza. Lasciamoci muovere e spingere dall’amore, come è stato per Gesù e per i discepoli.