Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Tu sei per me il tutto della mia vita

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Gesù Cristo. Oggi la Chiesa celebra in un’unica festa la Solennità dei SS Pietro e Paolo, le due colonne che hanno reso grande la comunità di Roma. Due discepoli che, ognuno nella sua sensibilità, hanno reso un grande servizio al Signore. Auguri di buon onomastico a chi porta il loro nome. Oggi chiamati a ad essere autentici testimoni dell’amore di Dio. Preghiamo per la pace nel mondo.

Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».

Nella misura in cui cerchiamo di essere fedeli al Signore, di non vergognarci di lui, di parlare di lui, di proporlo agli altri; nella misura in cui viviamo, gioiamo e soffriamo per lui e con lui; nella misura in cui offriamo la nostra vita come dono ai fratelli, nel tanto bene che possiamo compiere… riusciamo a rispondere non con le parole ma in verità: Tu sei per me il Cristo, il Salvatore, il Signore, il tutto della mia vita sulla terra e per l’eternità! Non sono allora le formule o le definizioni che trasmettono Cristo. Io so di Cristo solo ciò che ho vissuto di Cristo. Cristo non è uno che capisco, ma uno che mi attrae. Cristo non è uno che conosco, ma uno che mi afferra. (Mt 16,13-19)                  Testimoni del Risorto:

L’uomo è amato da Dio. L’uomo è al centro del mondo perché ve l’ha messo Dio stesso. Queste verità così semplici devono essere annunciate anche da noi, Chiesa, non come un programma, una dichiarazione, una convinzione, ma come un dono fattoci da Dio. Qual è questa figura dell’uomo che sopravvive a tutti gli oltraggi? Qual è questa dignità dell’uomo che scavalca ogni disprezzo? Qual è questa voce dell’uomo che si fa sentire anche nel silenzio dell’annientamento? E’ la voce del Cristo Risorto, che vuole fare di noi i testimoni della sua vita risorta.