Anche la comunità prega ON-LINE | Prega con noi - Cammino Sinodale

Un gesto che mette a repentaglio la nostra ordinarietà

Buongiorno amici e buona giornata nella gioia del Signore Gesù Cristo. Oggi chiamati a riconoscere Dio come il Signore della vita. Preghiamo per la pace nel mondo.  «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».  La nostra scelta di fede è un rischio, sempre. E’ un’avventura di cui non si conoscono i termini definitivi, un gesto che mette a repentaglio la nostra ordinarietà, il nostro stare e vivere comodi, senza fastidi di sorta. Anche se diciamo di riconoscere il Cristo come modello per noi, anche se ci professiamo cristiani, nasce sempre in noi il desiderio di considerare il tutto come una scelta privata. Tanto la vita è un’altra cosa! Ecco allora che cadiamo nel solito errore di pregare quando ne abbiamo bisogno, di celebrare i sacramenti perché c’è scritto sul catechismo, di leggere la Scrittura per vedere come va a finire. Mettiamo al vaglio le opportunità che il Signore ci offre: ci accorgeremo che ciò che siamo e ciò che facciamo non contano nulla senza la sua presenza, senza il suo aiuto, senza riconoscerlo per quello che è. (Mt 16,13-23)